fbpx

COMMERCIALISTA VS. MARKETING

Quante volte mi è capitato di ascoltare una str..upidata del genere. «Mauro, vorrei tanto usare il marketing per la mia azienda, ma il mio commercialista ha detto che non ce lo possiamo permettere.»

Quante volte mi è capitato di ascoltare una str..upidata del genere.

A. «Mauro, vorrei tanto usare il marketing per la mia azienda, ma il mio commercialista ha detto che non ce lo possiamo permettere.»

M. «Ma chi? Quello che ti ha detto che ti ha dato il via libera per aprire un’altra società? Quello che ti ha dato il via libera per chiedere un mutuo in banca per allargare il capannone? Quello che ti ha dato il via libera per comprare un altro locale per la tua attività? Quello che ti sta facendo fare debiti su debiti con le banche? Quello che ti dà il bilancio una volta l’anno? Quello a cui devi suggerire tu delle soluzioni al suo posto? Quello che ti dice di stare attento a come spendi le risorse della azienda?

QUELLO CHE NON TI CONSIGLIA CHE PER USCIRE DALLA MERDA IN CUI SEI, L’UNICA SOLUZIONE È QUELLA DI INVESTIRE DILIGENTEMENTE NEL MARKETING (E CHE MAGARI CHIAMA O PENSA SIA PUBBLICITÀ)? QUELLO LÌ?»

A. «Sì.»

M. «Ah, ok…»

Avete presente cosa succede a Bruce Banner mentre è in procinto di trasformarsi in Hulk?

Da leggere tutta d’un fiato:

Quando si sente accecato da una rabbia mostruosa che gli fa ribollire le budella e intanto il suo corpo cresce e cambia colore fino a diventare verde mentre i suoi occhi si riempiono venature rosse diventando quelli di un assassino e vorresti spaccare tutto quello che ti circonda a suon di calci e pugni e da un pantalone e una camicia con cui eri vestito ti ritrovi in calzoni corti urlando e ruggendo come un forsennato?

Hulk

Bene, io mi sento così quando assisto ad una roba del genere.

Poi, mi accorgo che sono in pantaloncini e torso nudo nel bel mezzo dell’inverno e ritorno normale.

CAMBIALO!

Sostituiscilo con un poster di Elvis Presley mentre ancheggia perché ti costa molto molto meno, e non solo come parcella. È un costo fisso che hai pagato una sola volta e non devi pagare ogni anno, ma anche in termini futuri non ti consiglierà come morire pian piano aziendalmente.

Ogni commercialista dovrebbe dirti, quale piano marketing hai per guadagnare, per fare i soldi, la moneta, i danari, la pecunia, la grana, i quattrini, i dindini, i cash, i baiocchi, le palanche, gli schei.

Dovrebbe insegnarti a leggere un bilancio.

E tu, lo devi pretendere mensilmente!

Non una volta l’anno.

Dopo un anno, il danno è fatto!

Devi essere a conoscenza dei costi fissi, dei costi variabili, dei ricavi, del BEP che non è il verso di Beep Beep lo struzzo di Willy il Coyote.

Perché il marketing parte della lettura dei numeri!

Se proprio dovessi aver bisogno di fare un investimento per la tua azienda, devi farlo sul marketing. Devi formarti per bene, devi capire che cosa è realmente e come si usa.

Da tutto ciò, devi capire quanto puoi spendere per tenere un cliente e acquisirne dei nuovi. E se non lo sai tu, chi potrebbe saperlo? Quello che ti dà il bilancio una volta l’anno?

Naturalmente quello che ho scritto e sto scrivendo è una provocazione, ma non è che si discosti tantissimo dalla realtà.

Cosa c’è di più bello che avere un’impresa, una propria creatura che fatturi come se non ci fosse un domani e che faccia tanti tantissimi utili!

Questo lo possiamo fare se siamo a conoscenza dei numeri della nostra azienda, dei numeri costanti e non dopo un anno o dopo sei mesi o quattro.

Vorrei dei commercialisti che dicessero: “Mauro, siamo in difficoltà, non comprare dei nuovi prodotti da vendere, non comprare macchinari, non chiedere prestiti, FAI DEL MARKETING!”

In questo modo non avremmo tutta questa quantità di aziende che abbassano le saracinesche, di gente che si lamenta perché non arriva a fine mese dando la colpa ad Amazon che porta via tutti i clienti.

Come dico sempre: posto che viviamo in uno Stato che è il nostro socio occulto e ci aiuta poco, posto che proprio per questo motivo siete liberissimi di dire tutte le parolacce che volete.

Posto che sia così.

Non possiamo però pretendere di aspettare gli altri per risollevare le sorti della nostra azienda. Avete visto, potete votare chi volete, tanto non cambierà nulla.

Tocca a noi, tocca a voi, TOCCA A TE!

Se il tuo marketing è arrivare la mattina in negozio, aprire la serranda, aspettare i clienti e la tua strategia è uscire ad aspettarli fumando una sigaretta, stai sbagliando!

Oppure stai aspettando un bel 6 al Superenalotto?

Se la tua strategia è questa, stai sbagliando!

Se la tua strategia di marketing è attendere che cambi qualcosa, così d’emblée, con uno schiocco di dita, stai sbagliando!

L’unica soluzione che può salvarti è il marketing fatto a dovere.

Non ci sono bacchette magiche. Tu non ce l’hai, io non ce l’ho, nessuno ce l’ha.

È partendo proprio dai numeri che puoi fare la differenza, è da lì che parte questo benedetto marketing!

Quindi, se vuoi un mio consiglio, impara a leggere il bilancio della tua azienda e sappi che una parte di quei numeri che stai guardando devi investirli nel marketing.

ATTTENZIONE! Non ti sto dicendo di affidarti a me, ti sto dicendo che qualsiasi cosa tu debba fare, la devi fare con coscienza, conoscenza e metodo, non farti consigliare da chi di marketing non capisce niente o crede di sapere.

Scusa il nervoso di prima, ma quando sento e vedo dei commercialisti che si comportano in questo modo mi scoppia la vena.

Sia chiaro che non tutti i commercialisti sono così. Anzi, ci sono dei commercialisti che usano il marketing per se stessi e sono anche molto bravi. Ci sono commercialisti che si formano in continuazione e sanno realmente cosa è il bene e il male per il proprio cliente.

Se vuoi sapere di più, entra nel nostro Gruppo Privato Facebook  e troverai tanti suggerimenti e casi studio che analizzeremo.

La pazzia, quella seria

 

Mauro Bruno

Ascolta anche su:


Spreaker


Google Podcast


Apple Podcast


Spotify

Fai il salto di qualità!

Iscriviti alla newsletter per ricevere consigli pratici per la tua attività.

Leave a Reply