fbpx
Marketing - Moto Terminator - Harley Davidson

Harley Davidson, un brand al suicidio con sorpresa, anzi 2!

Harley Davidson è il brand di moto custom per eccellenza! Ma, Harley Davidson è un brand che si sta avvicinando al suicidio.

Eh già, non è la morte di un brand, ma il suicidio.

Un suicidio con sorpresa, anzi 2.

Harley Davidson è il brand di moto custom per eccellenza! Non ha competitors.

Può piacere o meno e non è questo il punto, ma un marchio di moto come Harley Davidson non esiste.

Ed è molto più famoso di tanti marchi che partecipano ad un campionato mondiale come la MotoGP.

E a differenza di tante altre marche di moto, non è conosciuta grazie al pilota che la guida.

La fortuna di tanti brand motociclistici è che sono stati guidati da campioni del mondo.

Il 95% di noi si chiede quale moto guida Rossi o Marquez e se vogliamo tornare indietro nel tempo cosa guidava Doohan, Rainey e poi Stoner o Lorenzo.

A differenza di un’Honda, di una Yamaha, di una Suzuki, di una Ducati e tante altre, Harley Davidson è diventata famosa perché era un Harley Davidson.

Forse le moto più scomode in assoluto, ma le più riconoscibili.

Le più rumorose, ma le più famose.

Quando vedi un’Harley che passa per strada, tu la guardi, la guardi tutta. E solo dopo guardi chi la guida.

E se non la vedi e avverti solo il rumore del motore percepisci che è un’Harley e magari poi non lo è, ma la tua prima associazione mentale è sicuramente quella del’ Harley.

Tutte diverse l’una dall’altra.

Tutte personalizzate dal proprio pilota.

Ci hanno dedicato film come Harley Davidson e Marlboro man o come non ricordarsi Arnold Schwarzeneger in Terminator 2, serie televisive, addirittura un gruppo musicale italiano si chiamò come un Harley Davidson, gli 883.

Intorno a quella moto c’era la magia.

Magia bianca o magia nera, mettigli l’attributo che vuoi, ma pur sempre magia.

Il posizionamento di questo Brand è palesissimo.

È tutto l’opposto delle altre moto!

Ma, Harley Davidson è un brand che si sta avvicinando al suicidio.

Come? Mi dirai.

Con la nuovissima moto Harley Davidson Pan America!

Harley Davidson, un brand al suicidio con sorpresa, anzi 2!
Pan America Harley Davidson

Ora leggi l’apertura che la Gazzetta gli dedica:

Harley-Davidson Pan America, “la Jeep a due ruote”

Oh dio! Ma cosa è diventata questa moto?

Harley Davidson, un brand al suicidio con sorpresa, anzi 2!
Harley-Davidson Road Glide

Praticamente è una copia della BMW!

E infatti, ora leggi cosa dice il mega genio del vice presidente Style e Design Brad Richards: «Una cosa che abbiamo notato è che quasi tutti i concorrenti emulano la Bmw e il suo aspetto quasi insettoide. Nessuno aveva fino a oggi progettato ‘una Jeep a due ruote’. Lo abbiamo fatto noi. Pur uscendo dal mercato tipico.»

Cioè, non solo hai copiato BMW, ma ci stai dicendo che la stai chiamando una Jeep a due ruote.

Ecco il modo più breve per mandare in confusione il cliente finale.

E se proprio c’era il bisogno di creare una Jeep a due ruote, chi l’avrebbe dovuta costruire una moto del genere?

Ma la Jeep, no?

Non l’Harley Davidson con tanto di marchio Harley Davidson!

Caro Brad Richards insieme agli altri geni che hanno approvato questo obbrobrio, ora pensa al cliente tipo, appassionato di questa moto: muso imbruttito, tatuato, giubbino o gilet di pelle, barba incolta (per lo meno nel nostro immaginario) quando si vedrà davanti una copia della BMW e che chiami Jeep a due ruote…

Bene, ci hai pensato?

Non stai sentendo piovere sputi da tutte le parti?

Ma andiamo avanti, perché l’estensione dell’azienda non finisce qui, c’è una sorpresa!

Are you ready? Sei pronto?

Et voilà!

Harley Davidson, un brand al suicidio con sorpresa, anzi 2!
Harley-Davidson LiveWire

Harley Davidson elettrica…

Eh sì. Hai visto e letto bene.

Possiamo dire addio ai vecchi modelli dallo stile “cattivo” e grintoso.

Possiamo dire addio a quel rombo di tuono che faceva tremare la terra.

Ma quello che è più fantastico è la ‘Jeep a due ruote’!

È come se la Maercedes, l’auto elegante per eccellenza, dovesse costruire un Pick-up……………………………..

Come? Lo ha fatto?

Harley Davidson, un brand al suicidio con sorpresa, anzi 2!
Mercedes Classe X

Ma porcaccia Eva!


E guarda caso la casa di Stoccarda ha smesso la produzione dopo neanche 3 anni perché non si vendeva…

E chissà come mai?

Attenzione! Ti voglio chiudere scusa, ho fatto un errore.

Sì, ti voglio chiedere scusa quando prima ho scritto di dire addio a quel rombo di tuono.

Non è vero! È facilissimo!

Basta appiccicare un pezzo di cartone tenuto da una molletta vicino la ruota come quando da bambini volevamo trasformare la nostra bicicletta in motocicletta.

No, non ridere! Perché addirittura Harley Davidson è venuta incontro ai suoi clienti con la sua super ed encomiabile bici elettrica!

«E QUINDI POSSIAMO RIFARLO DI NUOVO CON LA BICIIIIII!!!!»

SORPRESA!

E vai, con l’estensione di linea! (se vuoi saperne di più sull’estesione di linea clicca qui: COCA-COLA E REDBULL, NON COMMETTERE GLI STESSI ERRORI) E vai con il suicidio!

«Ma Mauro, è il mondo che va in quella direzione. È il mondo che si sta spostando sui mezzi elettrici!»

Giustissimo! Non c’è dubbio!

Io non sto dicendo che non poteva farlo, ma avrebbe dovuto farlo con un altro BRAND.

Il fatto rimane che siamo passati da così:

Harley Davidson, un brand al suicidio con sorpresa, anzi 2!

A così:

Harley Davidson, un brand al suicidio con sorpresa, anzi 2!
Serial 1


Harley Davidson, un brand al suicidio con una sorpresa, anzi 2!

Mauro Bruno

Fai il salto di qualità!

Iscriviti alla newsletter per ricevere consigli pratici per la tua attività.

Leave a Reply